fbpx

Il percorso formativo in Interior Design è strutturato in corsi che prevedono dalle 4 alle 6 lezioni settimanali, dal lunedì al venerdì, nell’arco di tutto il giorno.

Il corso di Interior Design, come tutti i corsi triennali, ha l’obbligo di frequenza e le assenze non devono superare il 35% del totale delle ore.

L’obbligo di frequenza si rende necessario affinché siano raggiunti gli obiettivi formativi, si acquisisca le capacità di gestione dei progetti e di gestione del lavoro in gruppo.

Gli esami da sostenere saranno stabiliti dai docenti di ogni corso e potranno essere progettuali, scritti e/o orali. Alcuni corsi prevedono, inoltre, l’obbligo di sostenere esami parziali nel corso dell’anno.

Il percorso formativo in Interior Design è strutturato in corsi che prevedono dalle 4 alle 6 lezioni settimanali, dal lunedì al venerdì, nell’arco di tutto il giorno.

Il corso di Interior Design, come tutti i corsi triennali, ha l’obbligo di frequenza e le assenze non devono superare il 35% del totale delle ore.

L’obbligo di frequenza si rende necessario affinché siano raggiunti gli obiettivi formativi, si acquisisca le capacità di gestione dei progetti e di gestione del lavoro in gruppo.

Gli esami da sostenere saranno stabiliti dai docenti di ogni corso e potranno essere progettuali, scritti e/o orali. Alcuni corsi prevedono, inoltre, l’obbligo di sostenere esami parziali nel corso dell’anno.

L’Interior Design è una attività progettuale volta alla definizione degli spazi, sia abitativi che espositivi o commerciali, attraverso la gestione degli aspetti funzionali ed estetici perseguibili con la corretta disposizione dei diversi ambiti definiti dall’arredamento, dagli elementi accessori e da colori e finiture utilizzati.
Il Product Design è l’attività progettuale volta all’ideazione di prodotti, che siano essi elementi d’arredo o altro, capaci di soddisfare le esigenze funzionali, tecnologiche ed estetiche dell’utente finale, avendo conoscenza delle caratteristiche produttive dell’azienda committente e del mercato a cui essa si riferisce.

Scopri il programma

INFORMAZIONI


Gli argomenti in elenco hanno carattere interdisciplinare, per questo motivo vengono trattati oltre che dai corsi principali per ciascun tema, anche da altri corsi, qualora il docente ne ritenga necessario l’approfondimento.

le date d’esame sono stabilite dai docenti e dai responsabili della didattica.
Le prove d’esame potranno essere progettuali, scritte e/o orali a seconda degli obiettivi formativi del corso.
La media dei voti, trascritti sul libretto personale dello studente, definiranno il voto di ammissione all’anno successivo o all’esame finale (terzo anno).

Nell’arco dell’Anno Accademico sono previste visite guidate presso aziende, fiere di settore.


GEOMETRIA DESCRITTIVA

– Proiezioni ortogonali e teoria delle ombre
– Assonometria (spaccati ed esplosi)
– Prospettiva (calcolata e diretta)
– Tecniche di visual (marker, pastelli, acquerelli, retini, etc.).

CROMATOLOGIA

– Fisiologia dei fenomeni luminosi
– Comunicazione cromatica
– Rapporto tra forme o colori
– Azioni sinestetiche
– Analisi psico-cromatiche della Percezione Visiva.

LE FUNZIONI

– Ruolo, rilevanza e analisi della funzione nel progetto
– Rapporti tra le funzioni (interrelazioni, percorsi, etc.)
– Rapporti dimensionali
– Esercitazioni progettuali di verifica.

RILIEVO ARCHITETTONICO

– Scale di rappresentazioni e segni convenzionali
– Rilevazione quote a scala architettonica
– Rilevazione a scala ridotta (oggetti d’ arredo).

TECNOLOGIE DEI MATERIALI

– Pavimentazioni (materiali e tecniche di posa in opera, caratteristiche tecniche)
– Soffitti e controsoffitti (materiali e tecniche di posa in opera, caratteristiche tecniche)
– Pareti e divisori (materiali e tecniche di posa in opera)
– Materie prime (legno, vetro, acciaio, etc.)
– Il tessuto (tappezzerie, tendaggi, etc.)
– I nuovi materiali e loro impiego.

COMPUTO METRICO

– Calcoli spese di posa in opera
– Interpretazione e progettazione mediante cataloghi con listino.

CONTRACT DESIGN

– Ergonomia e funzionalità
– Materiali e normative
– Misure standard ed impiantistica generale
– Design, target di riferimento, imballaggi e trasporto.

MARKETING E INDUSTRIAL DESIGN

– Struttura economica e commerciale del prodotto design
– I settori merceologici e la struttura produttiva
– Analisi e scelte aziendali
– Classificazione della domanda e scelte d’acquisto
– Progettazione di prodotti di arredo e oggettistica in generale
– Sperimentazioni e progetti su committenza
– Presentazione dei progetti con eventi ed esposizioni.

IMPIANTISTICA

– Distribuzione dei moduli d’arredo in base alle esigenze di impianti (scarichi acqua, prese elettriche, allaccio gas, etc.)
– Tipologia e analisi degli accessori (placche, tubazioni, etc.)
– Problemi e soluzioni (umidità, funzionalità, collocazione, etc.)
– Illuminotecnica (tipologia ed analisi)
– Normativa.

STORIA DELL’ ARREDAMENTO E DEL DESIGN

– Dalle origini, Grecia classica e Romana imperiale
– Il Medioevo
– Evoluzione dell’arredamento dal ‘400 all’800: gli stili
– La rivoluzione industriale
– L’Art Nouveau
– Il design razionale
– Maestri del design in USA, in Scandinavia e in Italia.

IL RIUSO NEL DESIGN

– Cambio di destinazione d’uso nel design (maniglie, rubinetterie, mobili, oggettistica ornamentale, vasi, contenitori, mensole, etc.)
– Sperimentazioni e concorsi a tema.

PROGETTAZIONE COMPUTERIZZATA

– Conoscenza dell’hardware
– Progettazione ed elaborazioni bidimensionali e tridimensionali
– Modellazione solida e renderizzazione
– Impaginazione e stampa
– Trattamenti con software di fotomontaggio
– Nozioni sulle tecnologie di realizzazione prototipi 3D (frese elettroniche, scanner 3D, modellatori solidi, macchine di incisione)
– Tecnologie della stampa digitale su materiali d’arredo.

BIOARCHITETTURA

– Progetto sostenibile: cenni storici ed etica
– I materiali di bioedilizia: vernici, leganti, etc.
– Illuminazione naturale
– Gli impianti idraulici
– Conoscenza delle strutture che operano sul territorio.

DESIGN DEI GIARDINI

– Cenni storici
– Il giardino pubblico e privato: differenze sostanziali
– Nozioni sulle piante da giardino
– Normative
– Arredo urbano
– Progetto finale su tematiche attuali (rotatorie, giardini pensili, gazebo, parchi tematici, ecc).

BATH DESIGN

– Cenni storici sul mobile da bagno
– Distribuzione e impiantistica dell’ambiente bagno
– Materiali di rivestimento e design dei sanitari
– Illuminotecnica
– Progettazione del mobile da bagno (tavole esecutive, tagli e lavorazioni particolari)
– Materiali d’impiego
– Lavorazione artigianale e industriale
– Ferramenta e soluzioni innovative.

LINGUA INGLESE

– Inglese di base: grammatica e primi esempi di dialogo
– Inglese tecnico

POLITICHE DI PROGETTAZIONE

– Analisi del mercato
– Analisi del target
– Progettazione ponderata sui costi finali
– Progettazione con mobili da catalogo (analisi delle diverse aziende produttrici)
– Scelta dei materiali d’impiego
– Gestione del cantiere
– Ordini su base catalogo.

INTERIOR DESIGN 1 – INTERIOR DESIGN 2

– Progettazione di ambienti commerciali, produttivi e/o altre destinazioni d’uso
– Analisi e problematiche dovute alle esigenze della attività commerciale
– Normative
– Materiali innovativi e sperimentazioni di interior design e art design
– Il mobile-modulare come essenza dell’industrial design.

L’Interior Design è una attività progettuale volta alla definizione degli spazi, sia abitativi che espositivi o commerciali, attraverso la gestione degli aspetti funzionali ed estetici perseguibili con la corretta disposizione dei diversi ambiti definiti dall’arredamento, dagli elementi accessori e da colori e finiture utilizzati.
Il Product Design è l’attività progettuale volta all’ideazione di prodotti, che siano essi elementi d’arredo o altro, capaci di soddisfare le esigenze funzionali, tecnologiche ed estetiche dell’utente finale, avendo conoscenza delle caratteristiche produttive dell’azienda committente e del mercato a cui essa si riferisce.

Scopri il programma

INFORMAZIONI


Gli argomenti in elenco hanno carattere interdisciplinare, per questo motivo vengono trattati oltre che dai corsi principali per ciascun tema, anche da altri corsi, qualora il docente ne ritenga necessario l’approfondimento.

le date d’esame sono stabilite dai docenti e dai responsabili della didattica.
Le prove d’esame potranno essere progettuali, scritte e/o orali a seconda degli obiettivi formativi del corso.
La media dei voti, trascritti sul libretto personale dello studente, definiranno il voto di ammissione all’anno successivo o all’esame finale (terzo anno).

Nell’arco dell’Anno Accademico sono previste visite guidate presso aziende, fiere di settore la partecipazioni a quest’ultime come espositori.


GEOMETRIA DESCRITTIVA

– Proiezioni ortogonali e teoria delle ombre
– Assonometria (spaccati ed esplosi)
– Prospettiva (calcolata e diretta)
– Tecniche di visual (marker, pastelli, acquerelli, retini, etc.).

CROMATOLOGIA

– Fisiologia dei fenomeni luminosi
– Comunicazione cromatica
– Rapporto tra forme o colori
– Azioni sinestetiche
– Analisi psico-cromatiche della Percezione Visiva.

LE FUNZIONI

– Ruolo, rilevanza e analisi della funzione nel progetto
– Rapporti tra le funzioni (interrelazioni, percorsi, etc.)
– Rapporti dimensionali
– Esercitazioni progettuali di verifica.

RILIEVO ARCHITETTONICO

– Scale di rappresentazioni e segni convenzionali
– Rilevazione quote a scala architettonica
– Rilevazione a scala ridotta (oggetti d’ arredo).

TECNOLOGIE DEI MATERIALI

– Pavimentazioni (materiali e tecniche di posa in opera, caratteristiche tecniche)
– Soffitti e controsoffitti (materiali e tecniche di posa in opera, caratteristiche tecniche)
– Pareti e divisori (materiali e tecniche di posa in opera)
– Materie prime (legno, vetro, acciaio, etc.)
– Il tessuto (tappezzerie, tendaggi, etc.)
– I nuovi materiali e loro impiego.

COMPUTO METRICO

– Calcoli spese di posa in opera
– Interpretazione e progettazione mediante cataloghi con listino.

CONTRACT DESIGN

– Ergonomia e funzionalità
– Materiali e normative
– Misure standard ed impiantistica generale
– Design, target di riferimento, imballaggi e trasporto.

MARKETING E INDUSTRIAL DESIGN

– Struttura economica e commerciale del prodotto design
– I settori merceologici e la struttura produttiva
– Analisi e scelte aziendali
– Classificazione della domanda e scelte d’acquisto
– Progettazione di prodotti di arredo e oggettistica in generale
– Sperimentazioni e progetti su committenza
– Presentazione dei progetti con eventi ed esposizioni.

IMPIANTISTICA

– Distribuzione dei moduli d’arredo in base alle esigenze di impianti (scarichi acqua, prese elettriche, allaccio gas, etc.)
– Tipologia e analisi degli accessori (placche, tubazioni, etc.)
– Problemi e soluzioni (umidità, funzionalità, collocazione, etc.)
– Illuminotecnica (tipologia ed analisi)
– Normativa.

STORIA DELL’ARREDAMENTO E DEL DESIGN

– Dalle origini, Grecia classica e Romana imperiale
– Il Medioevo
– Evoluzione dell’arredamento dal ‘400 all’800: gli stili
– La rivoluzione industiale
– L’Art Nouveau
– Il design razionale
– Maestri del design in USA, in Scandinavia e in Italia.

IL RIUSO NEL DESIGN

– Cambio di destinazione d’uso nel design (maniglie, rubinetterie, mobili, oggettistica ornamentale, vasi, contenitori, mensole, etc.)
– Sperimentazioni e concorsi a tema.

PROGETTAZIONE COMPUTERIZZATA

– Conoscenza dell’hardware e ABC informatico
– Progettazione ed elaborazioni bidimensionali e tridimensionali
– Modellazione solida e renderizzazione
– Impaginazione e stampa
– Trattamenti con software di fotomontaggio
– Nozioni sulle tecnologie di realizzazione prototipi 3D (frese elettroniche, scanner 3D, modellatori solidi, macchine di incisione)
– Tecnologie della stampa digitale su materiali d’arredo.

BIOARCHITETTURA

– Progetto sostenibile: cenni storici ed etica
– I materiali di bioedilizia: vernici, leganti, etc.
– Illuminazione naturale
– Gli impianti idraulici
– Conoscenza delle strutture che operano sul territorio.

DESIGN DEI GIARDINI

– Cenni storici
– Il giardino pubblico e privato: differenze sostanziali
– Nozioni sulle piante da giardino
– Normative
– Arredo urbano
– Progetto finale su tematiche attuali (rotatorie, giardini pensili, gazebo, parchi tematici, ecc).

BATH DESIGN

– Cenni storici sul mobile da bagno
– Distribuzione e impiantistica dell’ambiente bagno
– Materiali di rivestimento e design dei sanitari
– Illuminotecnica
– Progettazione del mobile da bagno (tavole esecutive, tagli e lavorazioni particolari)
– Materiali d’impiego
– Lavorazione artigianale e industriale
– Ferramenta e soluzioni innovative.

LINGUA INGLESE

– Inglese di base: grammatica e primi esempi di dialogo
– Inglese tecnico

POLITICHE DI PROGETTAZIONE

– Analisi del mercato
– Analisi del target
– Progettazione ponderata sui costi finali
– Progettazione con mobili da catalogo (analisi delle diverse aziende produttrici)
– Scelta dei materiali d’impiego
– Gestione del cantiere
– Ordini su base catalogo.

INTERIOR DESIGN 1 – INTERIOR DESIGN 2

– Progettazione di ambienti commerciali, produttivi e/o altre destinazioni d’uso
– Analisi e problematiche dovute alle esigenze della attività commerciale
– Normative
– Materiali innovativi e sperimentazioni di interior design e art design
– Il mobile-modulare come essenza dell’industrial design.

Fai della creatività la tua professione

Compila il modulo online per avere tutte le informazioni relative al tuo corso di interesse.
Hai bisogno di maggiori chiarimenti?
Prenota un colloquio per parlare con un nostro responsabile e visitare l’Istituto.