fbpx

Pina D’Eusanio

Graphic Designer

Corso di Grafica Pubblicitaria

“Ho iniziato a lavorare subito dopo essermi diplomata all’Università Europea del Design di Pescara.”

Si definisce curiosa ed intraprendente, versatile e amante del ‘bello’.
Le sue passioni sono il teatro, la danza e l’arte.
Oggi Pina D’Eusanio, ex allieva del corso di Graphic Design dell’Università Europea del Design di Pescara, ha 32 anni.

“Da 10 anni lavoro nel mondo della grafica – spiega Pina D’Eusanio – spaziando dalla comunicazione al fashion graphic design, alla progettazione e allestimento eventi, per finire al design di prodotto nel mondo del vino.
Ho iniziato a lavorare subito dopo essermi diplomata all’Università Europea del Design di Pescara, prima con alcuni stage e poi con occupazioni definitive.
Quasi per caso, dal 2014 ho iniziato a lavorare nel mondo del vino, curando la comunicazione del Gruppo Codice Citra a 360°, Online e Offline: dal naming di prodotto al design di etichette, agli allestimenti nelle fiere e all’organizzazione di eventi, in collaborazione con il team comunicazione interno all’azienda. Non avrei mai immaginato che anche questo lavoro diventasse una passione tale, al punto da decidere di formarmi come sommelier!
E nel 2016 ho conseguito l’Executive Master in Social Media Marketing.”
Quanto ritieni importante la formazione ottenuta alla UED?
“Grazie alla formazione che mi ha dato la Ued mi è stato possibile acquisire un metodo di lavoro e “carpire” i segreti dai professionisti che fanno parte di questo mondo.”
Quale consiglio daresti ai ragazzi che si apprestano a entrare nel mondo del lavoro?
” Consiglio agli studenti di “buttarsi” a capofitto e avere sempre sete di “sapere” perché non si finisce mai di imparare! É necessario essere umili e approfondire gli argomenti e/o i lavori assegnati cercando di apprendere il più possibile prima dai docenti e poi dai colleghi.
Inoltre, non ci si deve fermare ad eseguire il “compitino”, ma bisogna farlo diventare proprio, mettendoci dentro un dettaglio che lo rende unico.”